Vivere creativamente l’azienda

Quanto siamo creativi? Quanto il nostro comportamento può essere definito “spontaneo”? Spesso viviamo sensazioni di estraneità e di non condivisione, specialmente in organizzazioni complesse per funzioni e strutture.

Tutto ciò può generare malessere e senso di estraneità che si manifestano attraverso comportamenti rigidi e stereotipati che procurano disagio ai singoli e danneggiano il clima delle organizzazioni.

Un comportamento più spontaneo favorisce azioni e risposte creative, maggiore adattamento all’ambiente con utili risvolti personali ed organizzativi, favorendo un maggior benessere nel contesto aziendale e, in definitiva, migliori performance.

Obiettivi


Sviluppare tecniche e strategie per favorire maggiore spontaneità del comportamento. Acquisire strumenti per stimolare il “pensiero divergente” e migliorare la capacità creativa. e Facilitare la partecipazione e la condivisione, l’adattamento ed il buonumore in azienda.

Target di riferimento


Tutti coloro i quali desiderano intraprendere un percorso di miglioramento personale in particolare a coloro che nella propria attività lavorativa si trovano con continuità a dover interagire, al fine di contribuire in modo efficace ed efficiente, al raggiungimento degli obiettivi individuali ed organizzativi.

Contenuti


I Modulo – la creatività
  • Il concetto di spontaneità moreniana
  • La spontaneità nel gioco
  • Il “pensiero divergente”

II Modulo – imparare ad essere creativi
  • Le Tecniche Attive
  • Creatività collettiva ed individuale
  • Role Playng 
  • Il bisogno d’appartenenza
  • La positività della condivisione

Durata


Due giornate.